Ricerca Agenti di Commercio

Chi è l’agente di commercio

L'agente di commercio è colui che si occupa, presso una o più aziende, della promozione di servizi o prodotti, in una determinata zona di interesse a lui assegnata. Nello specifico è suo obiettivo concludere le vendite proponendo e illustrando al meglio i prodotti o i servizi della società per cui ha ottenuto il contratto di agenzia.

L'agente di commercio quindi stabilisce dei rapporti proficui e stipula dei contratti di vendita tra l’azienda mandante e i clienti, sulla base di un accordo definito  per l’appunto, contratto di agenzia. In pratica l’agente di commercio opera per conto terzi ma non conclude in modo diretto i contratti con i clienti. Spesso la retribuzione avviene sotto forma di provvigioni: si misura in relazione del fatturato ottenuto grazie alle vendite, anche se le provvigioni sono quasi sempre accompagnate da un fisso mensile.

Il contratto di agenzia fornisce l’incarico all’agente di commercio, in maniera stabile, ma senza vincoli di subordinazione. L’agente di commercio è quindi autonomo e indipendente nello svolgimento della sua mansione. Non ha vincoli di orario né itinerari prestabiliti da seguire.

In Italia gli agenti di commercio si dividono in due categorie: agenti monomandatari e agenti plurimandatari.

Gli agenti di commercio non sono i rappresentanti, i procacciatori d’affari o i mediatori: non si tratta di sinonimi, ma solo di un uso improprio di essi.